Tipologie di stampaggio del poliuretano espanso: rigido e flessibile

Posted on Ott 18, 2018 in News

Lo stampaggio del poliuretano espanso, tecnologia in continua evoluzione che racchiude due tipologie in base alle rispettive caratteristiche e ai rispettivi settori di applicazione: poliuretano espanso rigido e flessibile.

  • Il Poliuretano espanso rigido è una schiuma poliuretanica a celle chiuse ad alta densità, che viene applicata maggiormente attraverso il sistema “a spruzzo”, che riduce i costi e i tempi: il composto viene spruzzato sull’oggetto da isolare, come una comune pittura, anche su superfici disposte verticalmente e il consolidamento si completa in genere entro venti secondi. In particolare, i pannelli in poliuretano espanso rigido con rivestimenti flessibili vengono prodotti con diversi spessori e rivestimenti, che vengono adottati a seconda delle esigenze applicative; i pannelli in poliuretano espanso rigido con rivestimenti rigidi, invece, costituiscono la base della prefabbricazione leggera e vengono prodotti attraverso impianti in continuo o discontinuo, a seconda della tipologia di pannello. Infine, i blocchi in poliuretano espanso rigido possono essere prodotti sia con impianti in continuo che in discontinuo e si ottengono dei parallelepipedi di schiuma poliuretanica che, dopo un’opportuna stagionatura, possono essere tagliati in lastre di vari spessori o lavorati, dando origine a forme complesse.
  • Il Poliuretano espanso flessibile è una schiuma poliuretanica a celle aperte dalla consistenza morbida, che riesce ad assumere grazie alla reazione chimica tra i due componenti, una forma solida fino a triplicare il suo volume, coprendo eventuali fessure. Esistono schiume speciali ignifughe destinate al fissaggio di tubi del camino e di porte antincendio e possono essere prodotte per colata o per stampaggio. Nel processo per colata i vari componenti della reazione vengono continuamente colati su un nastro trasportatore fino alla creazione di un blocco che, a fine reazione, può essere tagliato in spezzoni di lunghezza voluta e, dopo la maturazione, in lastre e fogli dello spessore richiesto dal cliente. La produzione per stampaggio invece, avviene in uno stampo per colatura (a bassa pressione) o per iniezione (ad alta pressione) e permette di ottenere imbottiture preformate già pronte per l’utilizzo, senza ulteriori tagli o sagomature. E’ proprio nello stampaggio che Fisem, con tutta l’esperienza acquisita in quasi 30 anni di attività, riesce ad ottenere, grazie alla miscelazione di differenti componenti, spessori e soprattutto morbidezze, come da specifiche richieste del cliente.

Stampaggio poliuretano espanso | Stampaggio poliuretano rigido

Le principali caratteristiche del poliuretano espanso rigido e flessibile

Le caratteristiche del poliuretano espanso rigido per stampaggio giustificano la fama come una delle migliori tecnologie utilizzate per l’isolamento termico e acustico: grazie alla sua elevata resistenza meccanica e all’elevato potere isolante, questo materiale non è quindi soggetto a trasformazioni legate per esempio all’assorbimento di acqua.
Il poliuretano espanso flessibile per stampaggio ha invece le caratteristiche ideali per la realizzazione di imbottiture: comfort e morbidezza, sostegno e durata nel tempo, igienicità, flessibilità, è rinforzabile anche mediante inserimento di inserti.

I settori applicativi dello stampaggio del poliuretano espanso rigido e flessibile

Il poliuretano espanso rigido e il poliuretano espanso flessibile per stampaggio hanno diversi settori applicativi, a seconda delle loro caratteristiche.
Le schiume poliuretaniche rigide spesso vengono iniettate direttamente nel corpo dei boiler, nelle strutture dei frigoriferi e nel confezionamento dei pannelli isolanti per l’edilizia. Infatti, i maggiori settori applicativi di questa tipologia di poliuretano espanso riguardano l’isolamento termico di pareti, di pavimenti e coperture, i condotti d’aria, l’industria del freddo, la modelleria industriale ecc.
Al contrario, le schiume poliuretaniche flessibili vengono impiegate per la realizzazione di imbottiture per arredi, sedili, selle e schienali e sedute del settore automobilistico, sedi sagomate destinate alla protezione di strumenti delicati, superfici da isolare acusticamente.

Fisem realizza, grazie a questa tecnologia, selle di diverso comfort per molteplici aziende del settore moto, sedute per il settore trasporto ferroviario, e particolari sedute per settore automobilistico e arredamenti. L’esperienza accumulata nel tempo e la volontà di stare al passo con l’evoluzione del mercato permettono a Fisem di offrire al cliente molteplici soluzioni applicative nella lavorazione del poliuretano espanso flessibile.

Stampaggio poliuretano espanso | Stampaggio poliuretano flessibile

Condividi o salva l'articolo: